large_160918-182256

CAGLIARI | SANT’ELIA

Via Vespucci, 09126 - CAGLIARI

Capienza:  16.000

Dimensioni campo: 105 x 66

Lo Stadio Comunale Sant'Elia è ubicato in Via Vespucci, presso l'omonimo quartiere di Sant'Elia a Sud - Est della città di Cagliari. Nato come stadio polivalente dotato di pista d’atletica è stato costruito nel 1965. Nel corso degli anni ha visto ridursi notevolmente la sua capienza fino agli attuali 16.074 posti a sedere costituiti dalla tribuna originaria e dalle tre tribune Dalmine che lo hanno di fatto trasformato a partire dal 2002 in uno stadio prettamente calcistico. L'impianto si trova a due passi dal mare, al centro di una vasta area di interesse naturalistico, comprendente: il Parco di Molentargius, con la sua area protetta marina; il Lungomare di Sant'Elia; la spiaggia di Cala Mosca; il promontorio della Sella del Diavolo, dal quale di può ammirare una vista mozzafiato della città; infine, facilmente raggiungibile, la grande spiaggia del Poetto con il suo Lungomare, luogo a grande attività turistica di massa. Nel Lungomare Sant'Elia sono presenti l'Arena Grandi Eventi Sant'Elia e il Lazzaretto di Cagliari, il primo adibinto a grandi eventi culturali e concerti, il secondo di grande importanza storica e riservato ad eventi di carattere ludico - culturale . L'area dello Stadio Sant'Elia è divisa dal resto della città dal Canale Palma, facilmente attraversabile anche a piedi grazie ai due ponti paralleli. Oltre il Canale è presente la Grande Zona Commerciale nella quale si svolge ogni anno la Grande Fiera Campionaria della Sardegna. Lo stadio è facilmente raggiungibile dal Centro della città di Cagliari in auto, con i mezzi pubblici, a piedi ed in bicicletta.

TIFOSERIA OSPITE

Il settore Ospiti è situato nell’anello inferiore della tribuna centrale lato sud ed ha una capienza massima di 473 posti. Il settore dispone, previa autorizzazione ,di posti auto riservati all’interno del settore. Per acquistare un tagliando per il settore è necessario presentare un documento d'identità valido e la Tessera del Tifoso. I tagliandi sono acquistabili attraverso il sistema di vendita online www.listicket.it seguendo con attenzione le indicazioni offerte attraverso il sito internet ufficiale del club.

 

Dall’aeroporto (auto)

  • 6 km. prendere la svolta per via dei Trasvolatori
  • 500 mt. Gira a destra per s.s. 195, s.s. 554 (direzione Cagliari)
  • 5 km. continua su s.s.195 raccordo
  • 8 km. prendi uscita per immetterti su s.s. 195 direzione Cagliari
  • 6 km. continua in via S. Agostino
  • 1 km. alla rotonda prendere seconda uscita per viale Cristoforo Colombo
  • 9 km. girare leggermente a destra
  • 1 km. girare a destra
  • 200 mt. alla fine della strada girare a destra

Dall’aeroporto (mezzi pubblici)

La stazione ferroviaria di Elmas è collegata all’aerostazione da un percorso di tapis roulant coperto. La cadenza è di circa 20 minuti nell’orario compreso tra le 6.30 e le 21.00. I titoli di viaggio possono essere acquistati presso i totem self service Trenitalia. Il percorso:

  • Prendere treno per Cagliari stazione Centrale
  • Uscire dalla stazione direzione via Roma
  • Prendere linea 5 (CTM) verso stadio Amsicora
  • Arrivati a stadio Amsicora proseguire a piedi per lo stadio Sant’Elia

Porto di Cagliari (auto)

  • 293 mt. gira a sinistra su Molo Dogana
  • 10 mt. gira a destra su calata via Roma
  • 315 mt. prendi la seconda uscita sulla rotonda direzione via Cristoforo Colombo
  • 3 km. gira a destra
  • 159 mt. fine strada gira a destra
  • Stadio Sant’Elia

Porto di Cagliari (mezzi pubblici)

  • Uscire dal Porto verso via Roma
  • Prendere linea 5 (CTM) verso stadio Amsicora
  • Arrivati a stadio Amsicora proseguire a piedi per lo stadio Sant’Elia

L'impianto dello stadio "Sant'Elia" è dotato di punti acqua e ristoro in ogni singolo settore. Gli stessi offrono ai supporters e agli spettatori la classica ristorazione veloce composta da panini, snacks e bitite calde e fredde. All'esterno dell'impianto poi è consuetudine poter incrociare un buon numero di punti mobili di ristorazione in grado di offrire cibo fast e tipicità gastronomiche sarde. Le distanze comunque non eccessive da e per il centro città concedono comunque anche la possibilità di programmare un pre o post gara in uno dei tanti locali e ristoranti del capoluogo sardo.

ENTRA IN CAMPO

Entra in campo è l'iniziativa che farà vivere un'esperienza indimenticabile ai tifosi più piccoli. I bambini potranno accompagnare in campo, vestiti con le divise delle squadre, i ventidue giocatori pronti a sfidarsi sul prato del Sant'Elia. È sufficiente compilare un modulo, disponibile nel box a destra a partire dal lunedì che precede la gara in questione. Potranno prendere parte all’iniziativa i piccoli tifosi dai 5 agli 8 anni che hanno sottoscritto un abbonamento o che sono in possesso del biglietto per la partita in oggetto. Si richiede, insieme all’invio del modulo, anche quello di un documento di un genitore alla mail eventi@cagliaricalcio.com. Dare la mano ai beniamini visti in Tv, sentire il profumo dell’erba del Sant’Elia, vivere l’emozionante atmosfera del pre-partita: tutto questo può diventare realtà. Clicca qui per scaricare il il modulo relativo a Cagliari-Palermo. La richiesta deve essere compilata entro e non oltre le ore 11:00 del venerdì che precede la partita in oggetto.

STADIO DEI BAMBINI

Dal 2006 i nostri giocatori visitano le scuole di Cagliari e provincia per incontrare i bambini, sottoponendosi con il sorriso sulle labbra al fuoco di fila delle loro domande, sempre simpatiche e divertenti. Portieri, difensori, centrocampisti e attaccanti partecipano con entusiasmo all’iniziativa: per loro significa fare un salto indietro nel tempo, quando da piccoli il cuore batteva forte alla prospettiva di incontrare i loro idoli. È anche l’occasione, durante la chiacchierata, per farsi ambasciatori presso le nuove generazioni dei valori intrinseci nello sport: rispetto, uguaglianza e amicizia. Ricchezze importanti dello spirito, trasmesse con l’esempio ad ogni partita e ad ogni allenamento, ma che devono essere esportati nella vita di tutti i giorni. A conclusione dell’incontro, non possono mancare le foto e gli autografi di rito, per celebrare nel modo migliore una giornata da ricordare.

 

 

IO TIFO POSITIVO

"Io tifo positivo" intende lanciare a tutti un messaggio importante e preciso, con una valenza formativa: la centralità della persona inserita in un contesto educativo significativo costituito da valori positivi che si coltivano e crescono progressivamente attraverso l’esperienza diretta, attiva, viva, condivisa e una sana e consapevole cultura dello sport. La Fondazione Carlo Enrico Giulini e il Cagliari Calcio, nell’ambito di un intervento con finalità sociali finanziato dalla Lega Calcio e dal titolo «Il calcio e’ di chi lo ama», hanno promosso l’avvio del progetto «Io Tifo Positivo – Nel segno di Candido» in Sardegna. Io Tifo Positivo, intitolato alla memoria del grande giornalista Candido Cannavò, è un progetto ideato e gestito dall’Associazione Comunità Nuova Onlus di Don Gino Rigoldi. L’intervento si pone l’obiettivo di promuovere, in particolare nelle giovani generazioni, una cultura dello sport diversa da quella attualmente diffusa, basata sul rispetto dei valori fondamentali della vita, al fine di rendere i luoghi di pratica del confronto agonistico (professionistico e non) dei contesti veramente educativi, di crescita e di sana aggregazione. Per lo sviluppo del progetto in Sardegna, Comunità Nuova, attraverso l’opera di collegamento sul territorio della Fondazione Carlo Enrico Giulini, si avvale della fondamentale collaborazione dell’Associazione La Collina di Don Ettore Cannavera che, attraverso i propri operatori, realizzerà prossimamente gli interventi anche nei comuni di Assemini e Sestu, di concerto con le rispettive Amministrazioni Comunali. Il progetto in Sardegna vede inoltre, come per l’azione della «Scuola di tifo Cagliari», l’importante collaborazione del CONI CR Sardegna. Nel primo intervento di Cagliari sono state coinvolte le scuole «Randaccio – Tuveri», «Ugo Foscolo» e «IC Pirri» per un totale di 6 classi e 120 bambini. Le classi, a partire da martedì 24 febbraio, hanno partecipato attivamente ai primi incontri/laboratori trattando i temi dei valori dello sport e della non-violenza. Nel percorso sono stati coinvolti anche i genitori e le famiglie degli alunni.

JUNIOR REPORTER

I calciatori rossoblù sono abituati a ricevere le domande dei giornalisti, ma se davanti a loro ci fossero dei piccoli tifosi, per un giorno intervistatori d'eccezione? Da oggi non è più solo un sogno, ma realtà. "Junior Reporter" è l'incredibile opportunità riservata a tutti gli appassionati del Cagliari di età compresa tra 6 e 12 anni che hanno il desiderio di trascorrere una giornata diversa nei panni di veri e propri giornalisti. Foto, autografi, gadget e un video ricordo faranno da cornice ad un'esperienza da raccontare per anni. Curiosi di vedere domande e risposte memorabili della prima conferenza stampa "speciale"? Riflettori puntati su capitan Dessena e il compagno di reparto Fossati. Il risultato, come prevedibile, è tutto da ridere. Per mandare la candidatura, inviare un'email a eventi@cagliaricalcio.com con nome, cognome e data di nascita del vostro candidato per "Junior Reporter". In caso di esito positivo, riceverete una risposta entro 48 ore dall'invio della mail.

 

 

CASA CASTEDDU

"Casa Casteddu" è un progetto che vuole creare in tutto il mondo dei punti di ritrovo per i tifosi del Cagliari in occasione delle partite dei rossoblù. Lo spirito è di vedere le partite insieme, per vivere le emozioni del match e condividere le gioie nel nome dell'amore per i colori rossoblù. "Casa Casteddu" non è solo calcio, il resto viene da sé: il buon cibo isolano, la compagnia e un bicchiere di rosso dalle migliori cantine sarde vi faranno vivere un'esperienza unica. Il denominatore comune è sempre lo stesso: l'amore per i colori rossoblù.  Il format è in via di espansione e ci puoi già trovare a Milano presso il ristorante "L'Isola del Tesoro", in via Ludovico Da Viadana 2.

CASTEDDU VILLAGE

Le partite di campionato rappresentano l’apice della passione per ogni tifoso. Ognuno vive le ore precedenti la gara a seconda della sua sensibilità. C’è chi si fa attanagliare dal nervosismo e chi invece non vede l’ora di arrivare allo stadio per godersi l’eccitazione del pre-partita. Niente di meglio quindi di un po’ di divertimento per ingannare l’attesa e magari alleviare la tensione che si fa più forte man mano che si avvicina il fischio d’inizio. Senza scordarsi mai che il rito della partita deve rimanere giocoso e costituire un’occasione per stare insieme, con la famiglia o con gli amici. In collaborazione con IES Events, ecco quindi il Casteddu Village, un villaggio pensato per il pubblico delle famiglie e dei bambini, per i tifosi, per i turisti ma anche per i semplici visitatori che si trovano a fare una passeggiata nella zona. Un percorso di attività e animazioni, caratterizzato da attività ludiche con un ricco palinsesto di giochi per divertire, interagire e comunicare. Un palcoscenico dove è possibile mettersi alla prova con le sfide di abilità: i penalty shoot, il penalty banzai, i tornei di biliardino. E ancora: le coreografie delle cheerleader, il quiz game con le domande tematiche sul mondo del Cagliari e molto altro ancora. Non hai più scuse, vieni a trovarci al Casteddu Village e divertiti con noi!

MERENDA CREATIVA

 

Dopo la riuscitissima edizione dell'anno scorso, in casa rossoblù ecco di nuovo la "Merenda creativa", appuntamento dedicato ai piccoli tifosi, ma non solo. Il laboratorio, realizzato con il prezioso supporto dei "Superanimatori", è adatto ai bambini dai 5 anni in su. È della durata di un'ora e trenta minuti e a fine appuntamento ad ogni bambino verrà omaggiato un sacchetto in cui mettere i lavori realizzati.

L’accesso e la permanenza nell’impianto sportivo inoccasione dell’evento, comporta l’accettazione del “Regolamento d’uso dell’impianto” e di tutte le norme/disposizioni emanate dall’ “Autorità di Pubblica Sicurezza”, dalla FIFA, dalla UEFA, dalla Lega Calcio. L’inosservanza dello stesso comporterà l’immediata risoluzione del contratto di prestazione, con il conseguente allontanamento dall’impianto del contravventore, nonché l’applicazione delle disposizioni e sanzioni previste dalla normativa vigente. Qualora il contravventore risulti già sanzionato nella stessa stagione sportiva, anche in un impianto diverso per la medesima violazione del rispettivo regolamento d’uso, la sanzione può essere aumentata sino alla metà del massimo e può essere comminato il divieto di accesso alle manifestazioni sportive. Si richiamano, in particolare, le seguenti disposizioni:

- Il titolo di accesso allo stadio è strettamente personale e non può essere ceduto a terzi, salvo i casi e secondo le modalità previste dalla normativa di legge in materia e dalla Società Sportiva organizzatrice dell’evento previa sottoscrizione di specifica delega da compilarsi sul sito www.cagliaricalcio.net

- Per l’ingresso all’impianto sportivo è richiesto, oltre al titolo d’accesso, un documento d’identità valido, da esibire a richiesta del personale steward, per verificare la corrispondenza tra il titolare del tagliando ed il possessore dello stesso; per i minori di anni 14, accompagnati da un genitore o persona all'uopo incaricata, è sufficiente la tessera sanitaria/codice fiscale.

- Lo spettatore:

  • ha il diritto/dovere di occupare il posto a lui assegnato;
  • potrà essere soggetto a controlli sulla persona da parte degli steward oltre gli ordinari controlli di sicurezza da parte delle Forze di Polizia;
  • potrà essere allontanato dallo stadio qualora non rispetti il presente regolamento; la Società si riserva l'iniziativa di rifiutare l’ingresso allo stesso spettatore anche in occasione degli incontri successivi, segnalando il fatto alle competenti Autorità;
  • Lo spettatore deve conservare il tagliando di accesso sino al termine della manifestazione ed all’uscita

 

E’ VIETATO

  • Esternare qualsiasi forma di discriminazione razziale, etnica, religiosa o altre manifestazioni di intolleranza con cori o esposizione di scritte.
  • Sostare in prossimità di passaggi, uscite, ingressi, lungo le vie di accesso, di esodo ed ogni altra via di fuga prima, durante e dopo il termine dell’incontro.
  • Arrampicarsi sulle strutture dello stadio, scavalcare cancelli, balaustre e barriere di ogni tipo.
  • Danneggiare o manomettere in qualsiasi modo strutture, infrastrutture e servizi dell’impianto.
  • Introdurre armi da fuoco, materiale infiammabile, materiale esplosivo, materiale pirotecnico, fumogeni, bengala, fuochi artificiali o petardi.
  • Introdurre coltelli o altri oggetti da taglio e qualsiasi strumento atto ad offendere ombrelli con la punta, fotocamere Reflex, pietre, bottiglie con il tappo, bottiglie o contenitori di vetro o alluminio ed ogni altro oggetto che possa arrecare danno se lanciato.
  • Introdurre o detenere veleni, sostanze nocive e stupefacenti.
  • Introdurre o porre in vendita bevande alcoliche di gradazione superiore a 5°, salvo autorizzazioni in deroga in particolari aree, rilasciate dall’autorità competente, previo parere favorevole del Questore.
  • Introdurre tamburi ed altri mezzi di diffusione sonora (es. megafono) e sistemi per l’emissione di raggi luminosi (puntatori laser).
  • Esporre cartelli, stendardi orizzontali, banderuole, documenti, disegni, materiale stampato e striscioni che ostacolino la visibilità ad altri tifosi.
  • Esporre striscioni o cartelli o organizzare coreografie non esplicitamente autorizzati dal G.O.S.

Accedere e trattenersi all’interno dell’impianto sotto effetto di sostanze stupefacenti o psicotrope o in stato di ubriachezza alcolica. All’interno dell’impianto è consentito introdurre bandiere di dimensione massima 150 cm x 100 cm, riportanti esclusivamente i colori e/o il fregio delle squadre in campo, con asta in materiale plastico, flessibile, cava e ispezionabile, di lunghezza massima 125 cm e di diametro massimo 2 cm. Le bandiere con le caratteristiche sopra descritte  potranno essere introdotte all’interno dello stadio rigorosamente  entro 30 minuti prima dell’inizio della gara e dovranno essere preventivamente ispezionate dal personale addetto ai  controlli di sicurezza.

 

DISPOSIZIONI RIGUARDANTI I BOTTEGHINI

  • Per l’acquisto dei titoli di accesso allo Stadio è necessaria l’esibizione di un documento d’identità in corso di validità; la Società, in assenza di tale documento, non potrà emettere il titolo.
  • La Società, nel rispetto delle norme che regolano gli accessi agli impianti sportivi, non potrà emettere il titolo di accesso nei confronti di chi risulta sottoposto a misure DASPO o altri provvedimenti dell’Autorità di Pubblica Sicurezza.
  • Il prezzo dei titoli di accesso rimarrà invariato anche ove l’acquisto sia effettuato a gara in corso.
  • L’acquirente, sotto la propria responsabilità, acquistando il titolo dichiara di aver preso visione e di aver accettato il presente regolamento d’uso dello Stadi o Sant’Elia. Qualora la data o l’orario dell’evento vengano posticipate o modificate per cause non imputabili alla Società, quali a titolo esemplificativo ma non esaustivo decisioni della FIGC o Autorità di Pubblica Sicurezza, l’acquirente potrà chiedere il rimborso del biglietto.
  • Qualora la data o l’orario dell’evento vengano posticipate per cause non imputabili alla Società, il titolare potrà alternativamente chiedere il rimborso del titolo oppure conservarlo sino alla nuova data dell’evento.
  • La Società non sarà responsabile per i danni, spese o indennizzi avanzati dagli acquirenti in ragione della modifica o posticipo della data dell’evento.
  • Non saranno ammesse né accettate richieste di rimborso/sostituzione di titoli smarriti, sottratti, danneggiati o illeggibili.
  • Non saranno ammesse né accettate richieste di rimborso avanzate da coloro i quali, per cause non imputabili alla Società, non ritirino/usufruiscano dei titoli acquistati senza aver esercitato il diritto di recesso nei modi e nei tempi convenuti.

 

AVVERTENZE

Si segnala, infine, che l’impianto sportivo Sant’Elia è controllato da un sistema di registrazione audio-video posizionato sia all’interno che all’esterno, i cui dati sono trattati secondo le disposizioni previste dal D. Lgs. 196 del 30 giugno 2003 e dal D.M. 06/06/2005. Il trattamento dei dati personali è effettuato nel rispetto delle norme di legge.Il responsabile del trattamento è il gestore dell’impianto TV-CC il cui nominativo è agli atti del G.O.S. (Gruppo Operativo Sicurezza).  Si segnala che costituisce reato ai sensi dell’art. 6 co. 1, della L. 401 del 13 dicembre 1989 e successive modificazioni, il travisamento, l’ostentazione di emblemi o simboli che diffondano la discriminazione o la violenza per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi, l’incitazione alla violenza nel corso di competizioni agonistiche nonché il lancio di materiale pericoloso. Si segnala che lo spettatore che intenda esporre striscioni inneggianti una squadra deve richiedere formale autorizzazione alla Società entro 7 giorni precedenti la gara; tale richiesta potrà essere autorizzata dal G.O.S. così come previsto e disposto dalla determinazione n. 14/2007 dell’8 marzo 2007 dell’Osservatorio Nazionale delle Manifestazioni Sportive del Ministero dell’Interno. Si segnala che, all’interno dell’impianto sportivo Sant’Elia, la somministrazione di bevande alcoliche entro i 5° e non alcoliche avviene ad esclusiva cura degli esercenti autorizzati dalla Società Cagliari Calcio mediante mescita in bicchieri di plastica/carta con esclusione assoluta di cessione di contenitori chiusi in vetro, plastica e alluminio.

Città di grande storia e tradizione Cagliari sa coniugare il piacere di una visita cultural artistica a quella prettamente più turistica e legata al suo splendido mare. Sono diversi i punti di interesse del capoluogo sardo assolutamente da non perdere. Tra questi la gran parte si trovano a distanza piuttosto ridotta rispetto allo stadio Sant’Elia.

- Arena Grandi Eventi Sant'Elia, situata esattamente nell’area che ospita anche l’impianto sportivo
- Lazzaretto di Cagliari, luogo di importanza culturale adibito a ospitare incontri e mostre culturali
- Spiaggia di Cala Mosca, l’arenile più vicino allo stadio immerso in un parco di valore naturalistico
- Sella del Diavolo, promontorio dal quale si può ammirare una vista mozzafiato sulla città
- Fiera della Sardegna, kermesse cultural gastronomica ospitata nella grande area di Sant’Elia
- Lungomare Poetto, la lunga lingua di sabbia fine spiaggia per eccellenza dei cagliaritani
- Parco di Molentargius, area protetta marina composta da stagni e lagune a contatto con il mare.

Cagliari| Sant’Elia

What people say... Login to rate
Sort by:

Be the first to leave a review.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Show more
{{ pageNumber+1 }}